Cerca

UN SAMURAI D’OCCIDENTE

Condividi questo articolo:

di Dominique Venner

UN SAMURAI D’OCCIDENTE

 

Dominique Venner è stato uno storico, saggista e giornalista francese, noto per i suoi scritti sulla storia militare, la politica e la cultura. È nato il 16 aprile 1935 a Parigi, Francia, e è deceduto il 21 maggio 2013 nella stessa città. Venner ha trascorso gran parte della sua vita dedicandosi alla ricerca storica e all’analisi politica. Ha pubblicato numerosi libri su argomenti come la Seconda Guerra Mondiale, il nazionalismo, la cultura europea e il conservatorismo. Era particolarmente interessato ai movimenti nazionalisti e tradizionalisti in Europa. Nel corso della sua carriera, Venner è stato coinvolto in diverse attività politiche e culturali. Ha fondato la rivista “La Nouvelle Revue d’Histoire” nel 2002, che ha contribuito a diffondere le sue idee e le sue analisi sulla storia europea. Era anche un attivista politico di estrema destra, coinvolto in organizzazioni e movimenti nazionalisti in Francia. Il 21 maggio 2013, Dominique Venner ha compiuto un gesto eclatante nel coro della Cattedrale di Notre-Dame a Parigi, uccidendosi con un colpo di pistola. Questo tragico evento ha suscitato reazioni e discussioni in tutta la Francia, portando l’attenzione sulle sue convinzioni politiche e culturali. La vita e l’eredità di Dominique Venner sono oggetto di interpretazioni contrastanti, con alcune persone che lo considerano un intellettuale controverso e altre che lo vedono come una figura influente nel panorama politico e culturale europeo del XX secolo. Indipendentemente dalle opinioni divergenti, la sua influenza nell’ambito degli studi storici e del pensiero politico continua ad essere oggetto di discussione e studio.

 

Un samurai d’occidente, pubblicato nel 2016 dall’autore francese Dominique Venner, è un saggio politico e filosofico che affronta il tema dell’identità europea e della sua possibile salvezza. Il libro è diviso in due parti: nella prima, Venner analizza la situazione attuale dell’Europa, che secondo lui è sull’orlo del collasso a causa di una serie di fattori, tra cui l’immigrazione, la globalizzazione e la perdita dei valori tradizionali. Nella seconda parte, l’autore propone una serie di soluzioni per salvare l’Europa, basate sul ritorno alla tradizione, alla spiritualità e alla disciplina.

L’analisi della situazione attuale dell’Europa

Nella prima parte del libro, Venner analizza la situazione attuale dell’Europa, che secondo lui è sull’orlo del collasso.

Sostiene che l’Europa è minacciata da una serie di forze, tra cui l’immigrazione, la globalizzazione e la perdita dei valori tradizionali.

Critica l’immigrazione, che considera come una minaccia alla cultura e alla sicurezza europea e ritiene che l’immigrazione di massa, soprattutto da paesi non europei, stia provocando una frammentazione dell’identità europea e una perdita di coesione sociale.

Venner critica anche la globalizzazione, che considera come un processo di omologazione culturale che minaccia l’identità nazionale. Egli ritiene che la globalizzazione stia erodendo le differenze tra le culture e le nazioni, portando alla creazione di un mondo uniforme e senza carattere.

L’ideologia liberale, infine, viene considerata come un’ideologia individualistica e relativista che mina i valori tradizionali, pensando che il liberalismo abbia portato alla perdita di valori come la famiglia, la patria e la religione.

Le proposte di Venner

Nella seconda parte del libro, Venner propone una serie di soluzioni per salvare l’Europa. Queste soluzioni si basano sul ritorno alla tradizione, alla spiritualità e alla disciplina.

Venner sostiene che l’Europa deve tornare alla sua tradizione, che è basata sui valori della cristianità, della monarchia e della cultura classica. Egli ritiene che questi valori siano fondamentali per l’identità europea e che siano la base per una società forte e coesa; sostiene, inoltre, che l’Europa deve riscoprire la sua spiritualità. Egli ritiene che la religione sia un elemento importante per la vita dell’individuo e della società.

Infine, Venner sostiene che l’Europa deve riscoprire la disciplina. Egli ritiene che la disciplina sia necessaria per una società ordinata e prospera.

Critiche al libro di Venner

Il libro di Venner è stato criticato da diverse parti dello spettro politico. I critici hanno accusato Venner di essere un estremista e di proporre soluzioni pericolose per l’Europa.

I critici di sinistra hanno accusato Venner di essere un xenofobo e di alimentare l’odio contro gli immigrati. I critici di destra hanno accusato Venner di essere un reazionario e di voler tornare a un passato ormai superato.

A queste critiche, si possono avanzare i seguenti argomenti:

  • L’autore francese non è un xenofobo. Egli critica l’immigrazione di massa, ma non gli immigrati in quanto tali. Egli ritiene che l’immigrazione di massa sia una minaccia per l’identità europea, ma non sostiene la chiusura totale delle frontiere.
  • Men che meno Venner è un reazionario. Egli non vuole tornare indietro nel tempo, ma propone un ritorno ai valori tradizionali che sono ancora validi oggi. Egli ritiene che questi valori siano fondamentali per una società forte e coesa.

In particolare, si possono fare le seguenti considerazioni su Venner che assolutamente NON:

  • nega la possibilità di un’integrazione degli immigrati, ma ritiene che questa integrazione debba avvenire nel rispetto della cultura e dei valori europei.
  • propone una chiusura totale delle frontiere, ma una politica migratoria più rigorosa che tenga conto delle esigenze dell’Europa.
  • vuole tornare indietro al Medioevo, ma propone un ritorno ai valori della cristianità, della monarchia e della cultura classica, che sono ancora validi oggi.

Conclusione

Le critiche al libro di Venner sono comprensibili, ma non sono necessariamente giustificate. Venner è un autore controverso, ma il suo libro offre una visione critica dell’Europa contemporanea che può essere utile per riflettere sull’identità europea.

Il libro offre una visione alternativa dell’Europa e propone soluzioni che possono essere condivise da chi si identifica con la destra politica.

Buona lettura.

Iscriviti al canale YouTube

Altri articoli della stessa categoria:

Fine degli Articoli relativi a questa Categoria

LE TUE PRATICHE dove vuoi quando puoi

Cerca