Cerca

PREMIO LETTERARIO A VINCENZO CANDIDO RENNA

Condividi questo articolo:

PREMIATO A MILANO IL COFONDATORE DI RENNASTUDIOLEGALE VINCENZO CANDIDO RENNA

RACCONTI DELL’ULTIMO BICCHIERE

3° CLASSIFICATO CON “LO SFIORAIO NEL GIARDINO DEI RAPTUS DEI PENSIERI”

È sicuramente una passione scrivere racconti; anche un modo d’evasione dalla pur bella professione d’avvocato.

Se poi questa passione viene riconosciuta in contesti letterari come il famoso Premio de “I racconti dell’ultimo bicchiere”, organizzato in collaborazione con inhousecommunity ed LCPublishing Group editrice di MAG, il primo quindicinale digitale interattivo dedicato alla business community italiana, non può che rendere pieni d’orgoglio.

Vincenzo Candido Renna, coFounder di RennaStudioLegale non è nuovo a riconoscimenti professionali (v. il Le Fonti Awards 2021) ma, ora, entra nell’agone letterario con un suo breve e divertente scritto dal titolo “Lo sfioraio nel giardino dei raptus dei pensieri” che sarà presto pubblicato proprio sulla rivista MAG.

Avvocato Renna, altro premio per le sue tante attività culturali. Oramai è abituato?

I riconoscimenti fanno piacere e non ci si abitua mai… Ma la cultura è una passione che va coltivata … Io ho le mie colture di “dubbi” innestati a “forse”, mi mantengo in allenamento

Prima “Il fu Mattia Bazar”, oggi è premiato per “Lo sfioraio nel giardino dei raptus di pensieri”. Domani? …il cane immaginario?

L’idea del cane immaginario nasce con il lockdown pandemico. È stato un modo per resistere ed evadere dalle restrizioni del periodo. Al posto di farlo fisicamente con un cane vero, che non ho, ho iniziato a girare con uno immaginario, lasciando lungo le strade percorse liberi pensieri … perché no ?

La scrittura è una passione che nasce da cosa?

A furia di leggere ti metti a scrivere… Poi io sono che inciampa sulle parole e le conservo in qualche cassetto della mia testa e al bisogno vengono fuori…

L’espressione di creatività è molto lontana dal suo lavoro quotidiano di avvocato?

Non direi , parafrasando Nietzsche: “il diritto non è scienza ma arte, si fonda sull’interpretazione” e io mi sento più artista che tecnico…tutto qui.

 

 

Iscriviti al canale YouTube

Altri articoli della stessa categoria:

Fine degli Articoli relativi a questa Categoria

LE TUE PRATICHE dove vuoi quando puoi

Cerca