Cerca

NULLITÀ DELLA FIDEIUSSIONE SPECIFICA. TRIBUNALE CAGLIARI. SOSPESO DECRETO INGIUNTIVO PROVVISORIAMENTE ESECUTIVO.

Tutti i nodi vengono al pettine…Vi ricordate cosa ci siamo raccontati l’ultima volta circa la nullità della fideiussione specifica?

Ne abbiamo parlato, per la precisione, in questo articolo: https://rennastudiolegale.it/la-fideiussione-specifica-nulla/

Se era da ritenersi oramai pacifica la possibilità di ottenere una pronuncia di nullità delle fideiussioni omnibus per violazione della normativa antitrust, altrettanto non poteva sostenersi con riguardo alla fideiussione specifica, anzi parte della giurisprudenza lo escludeva espressamente.

Tuttavia, già due anni fa, quando è stato scritto il nostro precedente articolo, si assisteva ad un cambiamento di posizione della giurisprudenza.

In particolare, la stessa giurisprudenza più volte ha avuto premura di precisare che, pur essendo vero che l’accertamento della Banca d’Italia del 2005 riguardi unicamente le fideiussioni omnibus, nulla impedisca, alla parte che ne ha interesse, di dimostrare che, anche per le fideiussioni specifiche, vi sia stata analoga applicazione uniforme in conseguenza di una intesa a monte e che quindi vi sia stata una violazione della normativa antitrust.

Ed è proprio ciò che è accaduto a noi mentre eravamo intenti a difendere in giudizio tre fideiussori presso il Tribunale di Cagliari.

La situazione, nel nostro caso, era complicata dal fatto che, quando ci è stato conferito l’incarico, il giudice dell’opposizione a decreto ingiuntivo aveva già rigettato l’istanza, avanzata dai fideiussori, di sospensione del decreto emesso già provvisoriamente esecutivo.

Facendo applicazione concreta dei principi espressi dalla giurisprudenza, siamo riusciti ad ottenere la sospensione, tentando di argomentare bene sulla ammissibilità della istanza a seguito di rigetto della prima ed allegando l’esistenza di una fattispecie anticoncorrenziale anche per le fideiussioni specifiche.

Certo, abbiamo dovuto attendere un anno per ottenere il provvedimento perché il giudice, molto scrupoloso, ci teneva a studiare bene ogni aspetto della questione prima di assumere una decisione così impattante per il creditore.

Nel frattempo, la procedura esecutiva in danno dei fideiussori andava avanti e, di lì a breve, avrebbero dovuto ottemperare al rilascio all’IVG delle abitazioni e dei terreni di loro proprietà.

E se è vero che non c’è limite al peggio aggiungerei che l’esecuzione era stata promossa da una società veicolo, cessionaria del credito, intervenuta nel giudizio di opposizione. Società veicolo che, nella gran parte dei casi, hanno un capitale sociale di 10 mila euro e sono prive di dotazione patrimoniale, necessaria per il recupero delle somme che dovessero accertarsi non dovute.

Finalmente, la mattina dell’8 novembre scorso, arriva la comunicazione dal Tribunale di accoglimento totale dell’istanza di sospensione.

Nello specifico, il Tribunale di Cagliari, ritenuta preliminarmente l’ammissibilità della seconda istanza di sospensione, ha ritenuto che, dall’esame della documentazione allegata dalla nostra difesa, fosse emerso con ogni evidenza e potesse ritenersi dimostrato che, nel periodo in cui sono state rilasciate le fideiussioni specifiche oggetto del giudizio, esistesse un uso uniforme da parte delle banche – anche di dimensioni diverse e distribuite su tutto il territorio nazionale – di uno schema di fideiussione specifica.

Per questa ragione, il Tribunale di Cagliari ha sospeso la provvisoria esecuzione del decreto ingiuntivo.

Si tratta di un provvedimento che ha restituito enorme soddisfazione allo studio per il grado di approfondimento con cui erano state trattate tutte le relative tematiche e per l’attenzione che abbiamo sempre riservato al tema della nullità della fideiussione specifica, oramai dal 2018 ad oggi.

 

Avv. Alessandra De Benedittis

 

Scarica il Testo del Provvedimento del Tribunale di Cagliari –>

Iscriviti al canale YouTube

Altri articoli della stessa categoria:

LE TUE PRATICHE dove vuoi quando puoi

Cerca