Cerca

LO SAPEVI CHE……..LA PARITA’ RETRIBUTIVA TRA UOMO E DONNA E’ LEGGE?

Condividi questo articolo:

Tempo di lettura: 2 minuti

Il diritto alla parità retributiva tra donne e uomini per uno stesso lavoro è uno dei principi fondamentali sancito dall’Ordinamento Europeo.

Il 26 ottobre 2021 il Senato ha approvato all’unanimità il DDL sulla parità salariale (https://documenti.camera.it/leg18/pdl/pdf/leg.18.pdl.camera.522_A.18PDL0149240.pdf#page=12)

A chi si rivolge?

Il nuovo DDL si rivolge a chi è a conoscenza di un problema di genere all’interno della propria azienda.

Quali sono le principali novità?

Il Testo in esame si compone di sei articoli e le novità principali sono:

  • La relazione biennale relativa al monitoraggio sulla disparità di genere in ambito lavorativo deve essere redatta dalla consigliera o dal consigliere nazionale di parità.
  • I soggetti interessati da un comportamento direttamente discriminatorio, sono  anche le candidate e i candidati in fase di selezione del personale.
  • ► La discriminazione indiretta riguarda ora anche  gli atti di natura organizzativa o che incidono sull’orario di lavoro.
  •   Anche le aziende (pubbliche e private) che impiegano più di 50 dipendenti (in luogo degli oltre 100 attualmente previsti) hanno l’obbligo di  redigere il rapporto biennale.
  • La certificazione della parità di genere entra in vigore a partire  dal 1° gennaio 2022.
  • ►  Le aziende private in possesso della predetta certificazione di pari opportunità,  per il 2022, possono usufruire dello sgravio contributivo parziale, concesso nel rispetto del limite di spesa di 50 milioni di euro.

C’è un apposito iter da seguire per il rapporto biennale sulla parità?

Sì. Il rapporto biennale sulla parità di genere deve comprendere:

Avv. Valeria Negre

 

Iscriviti al canale YouTube

Altri articoli della stessa categoria:

LE TUE PRATICHE dove vuoi quando puoi

Cerca