Cerca

L’ORO E LA PATRIA

Condividi questo articolo:

Tempo di lettura: 3 minuti

di Federico Fubini

L’ORO E LA PATRIA

“L’oro e la patria” di Federico Fubini è un’opera che si propone di esplorare il complesso rapporto tra Italia e la sua economia, attraverso un viaggio storico, sociale e politico che illustra come l’oro abbia influenzato e continui a influenzare le dinamiche economiche e politiche del paese.

L’autore esamina vari periodi storici, tra cui le due guerre mondiali e il periodo fascista, mostrando come il possesso dell’oro sia stato spesso al centro delle strategie economiche e politiche non solo in quanto risorsa economica, ma anche simbolo di stabilità e potere.

Al centro della disamina storica di questo saggio vi è la figura di Niccolò Introna, alto funzionario della Banca d’Italia, un uomo integerrimo, accurato e meticoloso, dalla moralità granitica e per questo scomodo non solo per il regime fascista, ma anche per tutti i burocrati che si sono avvicendati al potere in Italia.

Tuttavia tali erano la competenza e il valore di Introna da renderlo prezioso e  praticamente insostituibile, tanto che riuscì a rimanere saldamente ai vertici anche nel ventennio fascista. Con coraggio e determinazione Introna cercò di opporsi persino ai tentativi dei nazisti di depredare le riserve auree del caveau della Banca d’Italia.

Uno dei punti chiave del libro è l’analisi della riserva aurea della Banca d’Italia, che rappresenta uno dei patrimoni più significativi del paese.

Fubini indaga sulle origini di queste riserve, sulle scelte politiche che ne hanno determinato l’accumulo e sulle controversie che ne hanno accompagnato la gestione.

Il racconto si arricchisce di aneddoti e storie poco conosciute, che illustrano le tensioni e i conflitti interni ed esterni legati al controllo dell’oro.

Di grande interesse la narrazione della strategia seguita nel dopoguerra per conciliare le parti e della “clemenza” verso i principali gerarchi e responsabili fascisti, anche attori di misfatti, messa in atto dai leader del CLN, quali Bonomi, Amendola, Togliatti, De Gasperi, Einaudi, Nenni, Ugo La Malfa, il giovane Andreotti e persino il Pontefice.

Essi decisero di lasciare impunite persone che continuarono ad occupare ruoli apicali nello Stato Italiano, conservando anche gran parte delle modalità e dei meccanismi di gestione del potere creati dal Fascismo, cosa che spiega i ritardi della modernizzazione del Paese che viviamo ancora oggi.

“Il modo migliore per superare il Fascismo sembrò essere quello di dimenticarsene”.

Fubini non si limita alla storia passata, ma affronta anche le dinamiche contemporanee. Analizza come la crisi economica globale e le sfide dell’Unione Europea abbiano impattato sull’economia italiana e quale ruolo abbia giocato l’oro in questo contesto.

L’autore sottolinea l’importanza dell’oro come ancora di salvezza in tempi di crisi e come elemento strategico nella politica monetaria.

Un altro tema rilevante è il legame tra l’oro e la sovranità nazionale.

Fubini riflette su come la gestione delle riserve auree sia spesso percepita come una questione di orgoglio e indipendenza nazionale, e su come questa percezione influenzi le decisioni politiche ed economiche nel contesto globale contemporaneo, caratterizzato da una crescente interdipendenza economica e finanziaria.

“L’oro e la patria” è un libro che combina abilmente ricerca storica, analisi economica e riflessione politica. La scrittura di Fubini è chiara e coinvolgente, riesce a rendere accessibili temi complessi anche a un pubblico non specialistico.

L’opera offre una prospettiva approfondita e critica su un aspetto fondamentale della storia e dell’economia italiana, basata su un’accurata ricerca storica e archivistica, sulle testimonianze dirette, sulle 80.000 pagine di documenti custoditi nella casa di Introna.

Sorprende tuttavia che a questo lavoro così preciso siano sfuggite diverse ripetizioni e alcune inesattezze.

In sintesi, “L’oro e la patria” è un libro ricco di informazioni e spunti di riflessione, che getta luce su un periodo cruciale della storia economica italiana e sul suo impatto sulle dinamiche attuali.

Una lettura consigliata per chiunque sia interessato a comprendere meglio le radici economiche dell’Italia e le sfide che essa affronta nel contesto globale.

 

Maria Pia Carlucci

Iscriviti al canale YouTube

Altri articoli della stessa categoria:

Fine degli Articoli relativi a questa Categoria

LE TUE PRATICHE dove vuoi quando puoi

Cerca