Cerca

JFK – UN CASO ANCORA APERTO – Legal thriller Etc.

Condividi questo articolo:

Tempo di lettura: 6 minuti

🎬 Benvenuti alla Rubrica “LEGAL THRILLER ETC.” 🕵️‍♂️👩‍⚖️, dove 🎥 “Law & Popcorn” – Giustizia e Divertimento si fondono!

 

 

Quando la Verità si Svela: L’Imbroglio di JFK… 👨‍⚖️

Preparatevi a scendere nel labirinto delle teorie del complotto e a indossare il cappello da detective della storia, perché il film “JFK” di Oliver Stone vi condurrà in un viaggio ipnotico attraverso il mistero dell’assassinio di Kennedy. Preparatevi a essere travolti da un turbine di informazioni, a essere affascinati dalle audaci teorie presentate e a chiedervi: “Cosa diavolo è successo davvero?” Con uno stile visivo accattivante e una performance magnetica di Kevin Costner, questa pellicola non manca di farci dubitare di tutto ciò che pensavamo di sapere sulla storia. Quindi allacciate le cinture e preparatevi a mettere alla prova le vostre convinzioni, perché “JFK” è un viaggio cinematografico che non dimenticherete facilmente.

 

Il Cast

“JFK” è un film del 1991 diretto da Oliver Stone. Il cast del film include un notevole insieme di attori talentuosi che hanno contribuito a rendere la pellicola un successo.

Il protagonista del film è Kevin Costner, che interpreta il ruolo di Jim Garrison, un procuratore di New Orleans che indaga sull’omicidio del presidente John F. Kennedy. Costner offre un’interpretazione intensa e appassionata del personaggio, portando avanti la determinazione di Garrison nel cercare la verità.

Tommy Lee Jones interpreta il ruolo di Clay Shaw, un uomo d’affari che viene accusato da Garrison di essere coinvolto nell’assassinio di Kennedy. Jones offre una performance formidabile nel ruolo di Shaw, creando un personaggio enigmatico e intrigante.

Altri membri del cast includono Gary Oldman, che interpreta Lee Harvey Oswald, l’uomo ritenuto responsabile dell’omicidio di Kennedy, e Joe Pesci, che interpreta David Ferrie, un personaggio legato alle teorie del complotto sull’assassinio.

Sissy Spacek interpreta il ruolo di Liz Garrison, moglie di Jim Garrison, offrendo una performance toccante e emotivamente coinvolgente. Ancora, ci sono anche Jack Lemmon, Donald Sutherland, Ed Asner, John Candy e Kevin Bacon, che completano il cast con le loro interpretazioni di personaggi chiave nella trama del film.

Complessivamente, il cast di “JFK” è eccezionale e contribuisce in modo significativo alla creazione di un’atmosfera coinvolgente e drammatica, che tiene lo spettatore incollato allo schermo.

 

La Trama

“JFK” è un film che si basa sulla storia reale dell’assassinio del presidente John F. Kennedy avvenuto il 22 novembre 1963. La trama ruota attorno alle indagini condotte dal procuratore di New Orleans Jim Garrison e alla sua teoria secondo cui l’omicidio di Kennedy è stato il risultato di un complotto più ampio.

Il film inizia con la presentazione di Jim Garrison, interpretato da Kevin Costner, un uomo determinato e idealista che decide di riaprire il caso di Kennedy dopo aver letto il rapporto della Commissione Warren, che aveva concluso che l’assassino solitario Lee Harvey Oswald era l’unico responsabile dell’omicidio.

Garrison inizia a raccogliere prove e testimonianze, mettendo in discussione la versione ufficiale degli eventi. Si imbatte in una serie di personaggi sospetti e inizia a sospettare l’esistenza di un complotto più ampio. Garrison concentra la sua attenzione su Clay Shaw, interpretato da Tommy Lee Jones, un uomo d’affari rispettabile che Garrison ritiene sia coinvolto nell’assassinio.

Garrison scopre che Shaw era in contatto con Lee Harvey Oswald e ha legami con l’organizzazione anti-Castro. Garrison si confronta con Shaw e lo mette sotto accusa, sostenendo che Shaw sia parte di una vasta cospirazione per uccidere Kennedy. La sua indagine si scontra con una serie di ostacoli e minacce, ma Garrison è determinato a portare la verità alla luce.

Il film presenta una serie di flashback che ricostruiscono gli eventi del giorno dell’assassinio. Vengono mostrate diverse teorie alternative sull’assassinio, inclusa quella che coinvolge un secondo cecchino sul famoso “tetto del Grassy Knoll”. Garrison intervista numerosi testimoni, compresi alcuni che sostengono di aver sentito spari provenire da diverse direzioni.

Il processo contro Shaw si tiene alla fine del film. Garrison presenta le sue prove e testimoni, ma Shaw viene assolto. Nonostante la sconfitta legale, Garrison continua a sostenere la sua teoria del complotto e cerca di sensibilizzare l’opinione pubblica.

La trama di “JFK” si svolge in modo non lineare, mescolando scene di indagine, flashback e interviste. Il regista Oliver Stone utilizza una serie di tecniche narrative, tra cui immagini d’archivio e immagini documentarie, per creare un ritmo incalzante e una sensazione di suspense.

Il film solleva diverse domande sulle circostanze dell’assassinio di Kennedy e sul ruolo potenziale di organizzazioni segrete e agenzie governative. Anche se il film presenta una versione romanzata degli eventi e molte delle teorie presentate sono state contestate dalla comunità accademica, “JFK” ha avuto un impatto significativo sulla percezione pubblica dell’assassinio di Kennedy e ha alimentato il dibattito sul possibile coinvolgimento di altre parti.

 

Le critiche della comunità accademica

“JFK” è stato oggetto di diverse critiche da parte della comunità accademica e di esperti storici. Le principali critiche si concentrano su diversi aspetti del film, tra cui la presentazione delle teorie del complotto e la manipolazione dei fatti storici. Ecco alcune delle principali critiche mosse al film:

  1. Mancanza di prove concrete: Molti critici sostengono che il film si basi su teorie del complotto senza fornire prove concrete a sostegno di tali ipotesi. Le ricostruzioni degli eventi e le testimonianze presentate nel film sono state considerate spesso inaffidabili o poco credibili.
  2. Manipolazione dei fatti: Il regista Oliver Stone è stato accusato di manipolare e distorcere i fatti storici per adattarli alla sua narrazione. Alcuni critici sostengono che Stone abbia preso libertà creative eccessive nel presentare la sua versione degli eventi, creando una confusione tra realtà e finzione.
  3. Mancanza di rigore accademico: Il film è stato criticato per la mancanza di rigore accademico nella ricerca e nella presentazione delle teorie del complotto. Alcuni studiosi sostengono che “JFK” abbia privilegiato la spettacolarizzazione e il sensazionalismo a discapito della verità storica.
  4. Accuse infondate: Il film ha accusato diverse figure pubbliche di essere coinvolte nell’assassinio di Kennedy senza fornire prove convincenti a sostegno di tali accuse. Questo ha portato a critiche riguardanti diffamazione e violazione della reputazione di persone ancora viventi al momento dell’uscita del film.
  5. Mancanza di prospettive alternative: Alcuni critici sostengono che il film abbia presentato un’unica visione del complotto, senza dare spazio a prospettive alternative o a una rappresentazione equilibrata dei fatti. Questo avrebbe portato a una presentazione distorta e parziale degli eventi.

È importante notare che queste critiche provengono da diverse fonti e che il dibattito sull’assassinio di Kennedy e sulle teorie del complotto ad esso associate è ancora in corso. Mentre “JFK” ha suscitato un ampio interesse pubblico e ha contribuito a sollevare domande sulla versione ufficiale degli eventi, molti studiosi ritengono che il film sia una rappresentazione romanzata e non accurata della storia.

 

La critica cinematografica

“JFK” ha ricevuto una serie di critiche cinematografiche, concentrandosi principalmente sugli aspetti legati alla narrazione e alla struttura del film. Ecco alcuni dei punti critici sollevati dalla critica cinematografica:

  1. Eccesso di informazioni: Il film è stato criticato per la sua densità di informazioni e per la complessità della trama. Alcuni critici sostengono che la quantità di personaggi, teorie del complotto e frammenti storici presentati nel film possa risultare confusa e sovraccarica per lo spettatore.
  2. Durata eccessiva: “JFK” ha una durata di oltre tre ore, il che è stato oggetto di critiche per alcuni critici che ritengono che il film avrebbe potuto essere accorciato senza perdere il suo impatto narrativo. La lunghezza del film potrebbe risultare pesante per alcuni spettatori meno pazienti.
  3. Narrativa frammentata: Il film utilizza una narrazione non lineare e si basa su una serie di flashback, immagini d’archivio e interviste. Alcuni critici hanno ritenuto che questa struttura frammentata possa rendere difficile seguire la trama e creare una sensazione di distanza emotiva tra lo spettatore e i personaggi.
  4. Mancanza di approfondimento dei personaggi: A causa della vastità della trama e del numero di personaggi coinvolti, alcuni critici hanno sostenuto che il film non offra un’adeguata caratterizzazione dei protagonisti. Ciò potrebbe impedire allo spettatore di connettersi emotivamente con i personaggi e di investire pienamente nella storia.
  5. Scelta stilistica eccessiva: Il regista Oliver Stone è noto per il suo stile visivo audace e distintivo, ma alcuni critici hanno ritenuto che in “JFK” la sua scelta di utilizzare una varietà di tecniche narrative e visive possa aver distolto l’attenzione dalla storia stessa. L’uso frequente di immagini d’archivio, montaggio veloce e effetti visivi può essere stato considerato eccessivo da alcuni spettatori.

Nonostante queste critiche, “JFK” è stato anche ammirato per la sua ambizione e il suo coraggio nel sollevare questioni controverse. Il film ha suscitato un dibattito significativo sulle teorie del complotto legate all’assassinio di Kennedy e ha influenzato l’approccio narrativo di molti film successivi.

 

Il verdetto finale

Il verdetto della critica su “JFK” è complesso e variegato. Mentre il film ha ricevuto elogi per la sua ambizione, la sua narrazione coinvolgente e la sua capacità di stimolare il dibattito, ha anche suscitato critiche per la sua presentazione delle teorie del complotto, la manipolazione dei fatti storici e la struttura frammentata.

Da un lato, “JFK” è stato apprezzato per aver sollevato interrogativi sulla versione ufficiale degli eventi e per aver spinto il pubblico a esaminare criticamente l’assassinio di Kennedy. Il film ha contribuito a creare un interesse rinnovato per la storia e ha alimentato il dibattito sul coinvolgimento di altre parti nell’omicidio. Inoltre, la performance di Kevin Costner è stata generalmente apprezzata, così come l’audacia visiva e lo stile distintivo del regista Oliver Stone.

D’altra parte, “JFK” è stato oggetto di critiche per la mancanza di prove concrete a sostegno delle teorie del complotto presentate nel film. La manipolazione dei fatti storici e la presentazione confusa delle informazioni hanno sollevato preoccupazioni sulla veridicità della narrazione. Alcuni critici hanno reputato che il film abbia privilegiato l’effetto spettacolare a discapito dell’accuratezza storica e che abbia offuscato la linea di demarcazione tra realtà e finzione.

In definitiva, il verdetto sulla critica su “JFK” può essere considerato misto. Mentre molti apprezzano il film per la sua provocatoria visione degli eventi e la sua capacità di stimolare la discussione, altri lo criticano per la sua mancanza di rigore accademico e la sua presentazione romanzata dei fatti. Alla fine, l’apprezzamento del film dipende spesso dalle preferenze individuali e dalla propensione dello spettatore a esplorare teorie del complotto e a concedere licenze creative nella rappresentazione storica.

 

P.S. Dove vederlo legalmente in streaming? Il film è facilmente accessibile in streaming legale completo in italiano tramite diverse piattaforme, tra cui Amazon Prime Video, NOW, Chili, TIMVISION, Rakuten TV, Sky on Demand, Google Play, Microsoft Store, iTunes e PlayStation Store. Ogni piattaforma offre opzioni diverse, tra cui abbonamento, noleggio o acquisto, con prezzi variabili per le versioni SD, HD e 4K. Inoltre, è possibile scegliere tra audio e sottotitoli in italiano (ITA) e inglese (ENG) per una migliore esperienza di visione.

Iscriviti al canale YouTube

Altri articoli della stessa categoria:

LE TUE PRATICHE dove vuoi quando puoi

Cerca