Cerca

IL DELITTO PERFETTO – Legal thriller Etc.

Condividi questo articolo:

Tempo di lettura: 6 minuti

Benvenuti alla Rubrica dei FilmLEGAL THRILLER ETC.” ️‍♂️‍⚖️, dove “Law & Popcorn” dei film Giustizia e Divertimento si fondono!

 

 

Quando l’amore diventa ossessione…

“Il delitto perfetto” è un thriller del 1998 che rivisita il classico di Alfred Hitchcock con un cast stellare e una regia moderna. La trama, ricca di suspense e colpi di scena, tiene lo spettatore incollato alla sedia dall’inizio alla fine.

Ma oltre all’intrattenimento, il film offre anche uno spunto di riflessione su temi universali come l’amore, il tradimento, la giustizia e la moralità.

Se siete amanti dei thriller e cercate un film che vi tenga con il fiato sospeso e vi faccia riflettere, “Il delitto perfetto” è un’opera che non vi deluderà.

Cast

Michael Douglas interpreta Steven Taylor, un ricco magnate dell’editoria con un matrimonio apparentemente perfetto. La sua vita però viene sconvolta quando scopre che la moglie Emily (Gwyneth Paltrow) ha una relazione con il suo amico David Shaw (Viggo Mortensen). Travolto dalla gelosia, Steven elabora un piano per uccidere la moglie e inscenare un incidente, coinvolgendo un misterioso ladro di nome David Shaw.

Gwyneth Paltrow veste i panni di Emily Bradford Taylor, la moglie di Steven, una donna affascinante e intelligente che si ritrova intrappolata in un matrimonio senza amore. In cerca di felicità e di evasione, inizia una relazione con David Shaw, ignara del pericolo che la attende.

Viggo Mortensen è David Shaw, l’amante di Emily e amico di Steven. Uomo misterioso e affascinante, David si ritrova al centro di un piano diabolico che lo mette in pericolo di vita. La sua astuzia e il suo coraggio saranno messi a dura prova nel tentativo di sfuggire alla trappola mortale ordita da Steven.

Altri membri degni di nota del cast:

  • David Suchet nei panni di Mohamed Karaman, un detective perspicace e tenace che indaga sulla morte di Emily. Il suo intuito e la sua dedizione al lavoro lo portano a mettere in dubbio la versione di Steven sugli eventi.
  • Sarita Choudhury nel ruolo di Raquel Martinez, la fidanzata di David Shaw. Donna forte e indipendente, Raquel si ritrova coinvolta nelle indagini sulla morte di Emily e dovrà fare i conti con i segreti del suo compagno.
  • Michael P. Moran interpreta Bobby Fain, un ex detenuto assunto da Steven per compiere l’omicidio di Emily. Uomo tormentato dal suo passato, Bobby si ritrova in balia di Steven e dovrà fare i conti con la sua coscienza.

Oltre ai protagonisti principali, il film vanta un cast di supporto di grande talento, che contribuisce a creare un’atmosfera ricca di suspense e mistero.

Curiosità:

  • Il film è un remake de “Il delitto perfetto” di Alfred Hitchcock del 1954, con Ray Milland e Grace Kelly nei ruoli principali.
  • Il regista Andrew Davis ha scelto Michael Douglas per il ruolo di Steven Taylor perché era convinto che l’attore potesse trasmettere la complessità e l’ambiguità del personaggio.
  • Gwyneth Paltrow ha accettato il ruolo di Emily Bradford Taylor perché era attratta dalla sfida di interpretare un personaggio moralmente ambiguo.
  • Viggo Mortensen ha basato la sua interpretazione di David Shaw sui classici personaggi del cinema noir, come Humphrey Bogart e Robert Mitchum.

La trama

Steven Taylor, un magnate dell’editoria di New York, conduce una vita apparentemente perfetta con la sua bella moglie Emily. Tuttavia, la loro relazione è incrinata da una profonda insoddisfazione da parte di Emily, che si sente trascurata e annoiata.

Un giorno, Steven scopre per caso la relazione extraconiugale di Emily con il pittore David Shaw. Consumato dalla gelosia e dall’odio, Steven escogita un piano elaborato per eliminare la moglie e inscenare un incidente.

Con astuzia e manipolazione, Steven coinvolge David nel suo piano, facendogli credere di volerlo aiutare a fuggire con Emily. La sera del delitto, David si reca a casa di Emily per accompagnarla all’aeroporto, ma la trova morta nella vasca da bagno.

Convinto di aver commesso l’omicidio, David fugge in preda al panico. Steven, nel frattempo, chiama la polizia e inscena la scoperta del cadavere della moglie, fingendo dolore e shock.

L’investigatore Mohamed Karaman, incaricato del caso, inizia a indagare sulla morte di Emily. Intuendo che c’è qualcosa di losco nella versione di Steven, Karaman approfondisce le sue ricerche e scopre la relazione tra Emily e David.

Nel frattempo, David, tormentato dai sensi di colpa, si confida con la sua fidanzata Raquel Martinez. Raquel, sconvolta dalla verità, decide di aiutare David a dimostrare la sua innocenza.

Mentre Karaman si avvicina sempre di più alla verità, Steven cerca di eliminare le prove del suo coinvolgimento e di incastrare definitivamente David. La tensione sale e la posta in gioco diventa sempre più alta.

Riuscirà Steven a portare a termine il suo piano diabolico e a cavarsela lappana? O le sue bugie e i suoi inganni verranno smascherati?

Critica

Il remake del 1998 del classico di Hitchcock “Il delitto perfetto” ha ricevuto recensioni contrastanti dalla critica, dividendosi tra elogi per le interpretazioni e critiche per la mancanza di originalità.

Tra i punti di forza del film vengono lodate le interpretazioni di Michael Douglas, Gwyneth Paltrow e Viggo Mortensen.

  • Peter Travers di Rolling Stone definisce il cast “stellare” e apprezza la regia di Andrew Davis.
  • Janet Maslin del New York Times sottolinea la “bravura” degli attori e la “trama avvincente”.
  • Desson Thomson del Washington Post elogia la “suspense” e la capacità del film di tenere lo spettatore “incollato alla sedia”.

Tuttavia, la sceneggiatura viene spesso definita prevedibile e poco ispirata.

  • Roger Ebert del Chicago Sun-Times critica il film come un “remake inutile” che non aggiunge nulla all’originale.
  • James Berardinelli di ReelViews lo definisce un “thriller mediocre” con una sceneggiatura “banale” e una regia “poco ispirata”.
  • Lisa Schwarzbaum di Entertainment Weekly lo etichetta come un film “senza sorprese” che non regge il confronto con il suo predecessore.

Nonostante le critiche, “Il delitto perfetto” ha avuto successo al botteghino.

In definitiva, il film si presenta come un thriller godibile per gli amanti del genere, ma non rivoluzionario e incapace di eguagliare il fascino e la raffinatezza del film di Hitchcock da cui trae ispirazione.

 

I temi in discussione nel film

1. Amore, tradimenti e ossessione:

Al centro della trama c’è il triangolo amoroso tra Steven, Emily e David. Il tradimento di Emily scatena nell’animo di Steven un’ossessione morbosa che lo spinge a pianificare un delitto elaborato per eliminare la moglie e incastrare l’amante. Il film esplora le sfaccettature dell’amore, le conseguenze del tradimento e i pericoli di un’ossessione incontrollata.

2. Apparenza e inganno:

Steven costruisce un’immagine impeccabile di sé stesso come marito devoto e uomo d’affari di successo, ma dietro la facciata si nasconde un individuo manipolatore e senza scrupoli. Il film ci invita a diffidare delle apparenze e a cercare la verità oltre le prime impressioni, sottolineando la fragilità delle relazioni umane e la facilità con cui le persone possono essere ingannate.

3. Giustizia e moralità:

Le azioni di Steven mettono in discussione i concetti di giustizia e moralità. Fino a che punto è lecito agire per ottenere ciò che si desidera? È possibile redimersi dopo aver commesso un crimine efferato? Il film non offre risposte facili, ma ci invita a riflettere su queste domande complesse e sull’ambiguità della natura umana.

4. Destino e libero arbitrio:

Le vicende dei personaggi sembrano guidate da un destino ineluttabile, ma il film lascia spazio anche all’idea del libero arbitrio. Le scelte di Steven e David hanno conseguenze tragiche, ma avrebbero potuto fare scelte diverse? “Il delitto perfetto” ci spinge a interrogarci sul ruolo del destino e del libero arbitrio nella vita umana.

5. Altri temi:

Oltre ai temi principali, il film tocca anche altri argomenti di rilevanza sociale, come la ricchezza e il potere, il ruolo della polizia e del sistema giudiziario, le debolezze del matrimonio e la fragilità della psiche umana.

L’intricato intreccio narrativo e le intense interpretazioni degli attori rendono “Il delitto perfetto” un thriller avvincente che non solo intrattiene, ma anche stimola la riflessione su tematiche universali e complesse.

 

Il verdetto finale

“Il delitto perfetto” è un thriller ben realizzato che offre intrattenimento per gli amanti del genere, ma non raggiunge i livelli di eccellenza del film di Hitchcock da cui trae ispirazione.

Tra i suoi punti di forza:

  • Un cast stellare: Michael Douglas, Gwyneth Paltrow e Viggo Mortensen offrono interpretazioni intense e convincenti.
  • Una trama avvincente: Il film tiene lo spettatore incollato alla sedia con i suoi colpi di scena e la sua suspense crescente.
  • Una regia solida: Andrew Davis dirige con mano sicura, creando un’atmosfera tesa e inquietante.

Tuttavia, il film non è privo di difetti:

  • Mancanza di originalità: La sceneggiatura ricalca in parte quella del film originale di Hitchcock, senza aggiungere elementi particolarmente innovativi.
  • Personaggi stereotipati: I personaggi, seppur ben interpretati, risultano a tratti un po’ unidimensionali e prevedibili.
  • Finale frettoloso: La risoluzione del caso appare un po’ affrettata e poco soddisfacente.

In definitiva, “Il delitto perfetto” è un buon thriller che si lascia guardare con piacere, ma non rappresenta un capolavoro del cinema.

Se amate i thriller classici e le atmosfere suspenseful, il film potrebbe piacervi. Tuttavia, se cercate un’opera cinematografica originale e profonda, potreste rimanere delusi.

Il giudizio finale è quindi un “niente di speciale”: un film godibile ma non memorabile.

 

GIANPAOLO SANTORO

 

P.S. Dove vederlo legalmente in streaming? Il film è facilmente accessibile in streaming legale completo in italiano tramite diverse piattaforme, tra cui Amazon Prime Video, NOW, Chili, TIMVISION, Rakuten TV, Sky on Demand, Google Play, Microsoft Store, iTunes e PlayStation Store. Ogni piattaforma offre opzioni diverse, tra cui abbonamento, noleggio o acquisto, con prezzi variabili per le versioni SD, HD e 4K. Inoltre, è possibile scegliere tra audio e sottotitoli in italiano (ITA) e inglese (ENG) per una migliore esperienza di visione.

Iscriviti al canale YouTube

Altri articoli della stessa categoria:

LE TUE PRATICHE dove vuoi quando puoi

Cerca