Cerca

ERIN BROCKOVICH – Legal thriller Etc.

Condividi questo articolo:

Tempo di lettura: 7 minuti

🎬 Benvenuti alla Rubrica “LEGAL THRILLER ETC.” 🕵️‍♂️👩‍⚖️, dove 🎥 “Law & Popcorn” – Giustizia e Divertimento si fondono!

 

 

Quando la tenacia di una donna sfida un gigante, la verità viene a galla 👨‍⚖️

Rivivere “Erin Brockovich” significa immergersi nuovamente in una storia vera che ispira e commuove. È un film che celebra la tenacia di una donna comune di fronte a un gigante aziendale senza scrupoli. Julia Roberts offre una performance indimenticabile nel ruolo di Erin, trasmettendo la sua forza, la sua vulnerabilità e la sua incrollabile determinazione nella ricerca della giustizia.

Oltre ad essere una storia avvincente, il film affronta temi importanti come l’inquinamento ambientale, la corruzione aziendale e la lotta per i diritti delle persone. “Erin Brockovich” è un film che non solo intrattiene, ma che fa anche riflettere e spinge ad agire per un mondo migliore. E’ un’opera che non perde valore con il tempo, anzi, con il passare degli anni la sua attualità e il suo messaggio diventano ancora più importanti.

 

Il cast

Protagonisti:

  • Julia Robertsnel ruolo di Erin Brockovich: madre single e tenace che, pur non avendo una formazione giuridica, scopre una grave contaminazione da cromo esavalente nelle acque potabili di una piccola città californiana. La sua determinazione la porta a sfidare la potente Pacific Gas & Electric Company (PG&E) per ottenere giustizia per le vittime.
    Immagine di Julia Roberts nel film Erin Brockovich
  • Albert Finneynel ruolo di Ed Masry: avvocato esperto e cinico che inizialmente sottovaluta Erin, ma che poi riconosce la sua tenacia e il suo talento e la aiuta a portare avanti il caso contro la PG&E.
    Erin Brockovich (2000)

Altri interpreti:

  • Aaron Eckhartnel ruolo di George, il fidanzato di Erin, un motociclista con cui ha un rapporto turbolento.
    Immagine di Aaron Eckhart nel film Erin Brockovich
  • Marg Helgenbergernel ruolo di Donna Jensen, una delle prime vittime della contaminazione da cromo che diventa una cara amica di Erin.
    Immagine di Marg Helgenberger nel film Erin Brockovich
  • Tracey Walternel ruolo di Charles Embry, un cliente di Ed Masry che diventa amico e confidente di Erin.
    Immagine di Tracey Walter nel film Erin Brockovich
  • Peter Coyotenel ruolo di Kurt Potter, il portavoce della PG&E che cerca di ostacolare le indagini di Erin e di screditarla.
    Immagine di Peter Coyote nel film Erin Brockovich
  • Cherry Jonesnel ruolo di Pamela Duncan, un’altra vittima della contaminazione da cromo che lotta per ottenere un risarcimento dalla PG&E.
    Immagine di Cherry Jones nel film Erin Brockovich

Altri membri del cast:

  • Conchata Ferrell nel ruolo di Brenda, la segretaria di Ed Masry.
  • William Lucking nel ruolo di Bob Linwood, un collega di Ed Masry.
  • David Brisbin nel ruolo del Dr. Jaffe, un medico che cura le vittime della contaminazione da cromo.
  • Erin Brockovich-Ellis nel ruolo di Julia, una cameriera in un ristorante (cameo).

Il cast di Erin Brockovich è stato elogiato per le sue interpretazioni realistiche e commoventi. Julia Roberts ha vinto l’Oscar come migliore attrice protagonista per il suo ruolo di Erin Brockovich, e Albert Finney ha ricevuto una nomination come migliore attore non protagonista. Il film ha avuto un grande successo al botteghino, incassando oltre 250 milioni di dollari in tutto il mondo.

 

Trama

Il film inizia con Erin Brockovich, una madre single con tre figli piccoli, che lotta per trovare un lavoro dopo un grave incidente d’auto. Disperata e con le bollette che si accumulano, implora il suo vecchio avvocato, Ed Masry, di darle un lavoro nel suo studio legale. Pur riluttante all’inizio, Ed la assume come segretaria, credendo che sia solo una donna attraente con pochi stimoli intellettuali.

Mentre lavora come segretaria, Erin si imbatte in un caso apparentemente banale riguardante un’agenzia immobiliare locale. Scavando a fondo nei documenti, scopre delle discrepanze che la portano a sospettare che ci sia qualcosa di più grande in gioco. Inizia a indagare autonomamente e, con tenacia e intuito, scopre che la Pacific Gas & Electric Company (PG&E) ha contaminato da anni le acque potabili di una piccola città californiana con cromo esavalente, una sostanza cancerogena.

Nonostante la sua mancanza di esperienza legale e l’iniziale scetticismo di Ed, Erin è determinata a portare alla luce la verità e a ottenere giustizia per le persone colpite dalla contaminazione. Convince Ed a darle una possibilità e inizia a raccogliere prove, a contattare le vittime e a costruire un caso contro la PG&E. La sua tenacia e il suo carisma conquistano la fiducia degli abitanti della città, che inizialmente erano diffidenti e restii a collaborare.

La battaglia legale contro la PG&E è lunga e dura. Erin e Ed si scontrano con avvocati potenti e con le tattiche intimidatorie della compagnia. Erin si trova ad affrontare non solo ostacoli legali, ma anche sacrifici personali. Deve conciliare il suo impegno per il caso con le esigenze della sua famiglia e con le difficoltà economiche.

Nonostante le sfide, Erin e Ed riescono a dimostrare che la PG&E era a conoscenza della contaminazione da anni e che ha deliberatamente nascosto la verità alle autorità e alla popolazione. La compagnia è costretta ad accettare un accordo extragiudiziario di 333 milioni di dollari, uno dei più grandi nella storia americana. Erin diventa un’eroina per la comunità e un simbolo di tenacia e di giustizia.

Il film si conclude con Erin che riflette sul suo percorso e sul significato della giustizia. Ha imparato che anche una singola persona può fare la differenza e che la verità, alla fine, prevale sempre. La sua storia è un messaggio di speranza e di ispirazione per tutti coloro che combattono per ciò che è giusto.

Oltre alla trama principale, il film approfondisce anche alcuni temi importanti:

  • L’impatto dell’inquinamento ambientale sulla salute pubblica: Il film mostra gli effetti devastanti della contaminazione da cromo esavalente sulla salute delle persone, tra cui cancro, malattie respiratorie e malformazioni congenite.
  • La corruzione aziendale e la lotta per la giustizia: Erin si batte contro una potente azienda che ha messo i propri profitti davanti alla salute e alla sicurezza delle persone. Il film evidenzia la necessità di proteggere i cittadini dalle aziende senza scrupoli e di garantire che la giustizia sia fatta.
  • La forza e la determinazione delle donne: Erin è una donna comune che, nonostante le difficoltà e i pregiudizi, trova la forza di sfidare il sistema e di lottare per ciò che è giusto. La sua storia è un’ispirazione per tutte le donne che vogliono fare la differenza nel mondo.

Erin Brockovich è un film ben fatto e coinvolgente che offre una storia vera e commovente di tenacia, giustizia e speranza.

 

La critica

“Erin Brockovich” è stato accolto con recensioni positive dalla critica, ottenendo un punteggio del 80% su Rotten Tomatoes e un 7.0 su IMDb. Il film è stato elogiato per la sua recitazione, la regia, la sceneggiatura e il messaggio ispiratore.

Alcuni commenti positivi di critici italiani:

  • Maurizio Porro (“Corriere della Sera”): “Un film che fa bene al cuore, un’opera che riconcilia con il cinema americano.”
  • Lietta Tornabuoni (“La Stampa”): “Una storia vera raccontata con semplicità e vigore, un film da non perdere.”
  • Roberto Escobar (“Il Manifesto”): “Un film che commuove e fa riflettere, un ritratto di una donna straordinaria.”
  • Sergio Spada (“La Repubblica”): “Un film ben fatto e coinvolgente, un tributo alla tenacia e alla giustizia.”

Una parte della critica, però, ha sottolineato che il film è un po’ semplicistico e melodrammatico, e che si concentra troppo sulla figura di Erin Brockovich a discapito di altri personaggi e temi.

Alcuni commenti negativi di critici italiani:

  • Emanuela Pagliardini (“Il Foglio”): “Un film banale e prevedibile, che non rende giustizia alla vera storia di Erin Brockovich.”
  • Valerio Vicari (“Panorama”): “Un film populista e demagogico, che sfrutta la storia di una donna per fare propaganda.”
  • Franco La Polla (“Il Giornale”): “Un film superficiale e sentimentale, che manca di profondità e di spessore.”

Indipendentemente dalle critiche, “Erin Brockovich” rimane un film di successo che ha commosso e ispirato milioni di persone in tutto il mondo.

Premi:

Il film ha ricevuto numerose nomination e premi, tra cui:

  • 5 candidature agli Oscar, tra cui miglior film e migliore attrice protagonista per Julia Roberts (ha vinto il premio per la migliore attrice non protagonista per Marcia Gay Harden in “Pollock”)
  • 3 candidature ai Golden Globe, tra cui miglior film drammatico e migliore attrice protagonista per Julia Roberts (ha vinto il premio per la migliore attrice protagonista in un film drammatico)
  • 2 candidature al BAFTA, tra cui miglior film e migliore attrice protagonista per Julia Roberts

Conclusione:

“Erin Brockovich” è un film ben fatto e coinvolgente che offre una storia vera e commovente di tenacia, giustizia e speranza. Nonostante alcune critiche negative, il film ha ottenuto un grande successo di pubblico e critica e rimane un’opera cinematografica importante e apprezzata.

 

Il verdetto finale

Erin Brockovich è un film del 2000 che racconta la vera storia di una madre single che si batte contro una potente azienda per ottenere giustizia per le persone colpite da una contaminazione da cromo esavalente.

Il film è ben realizzato e coinvolgente, con una recitazione eccellente, una regia solida e una sceneggiatura ben scritta. La storia è vera e commovente, e il messaggio di tenacia, giustizia e speranza è davvero ispiratore.

Punti di forza:

  • Recitazione eccellente, in particolare di Julia Roberts che ha vinto l’Oscar come migliore attrice protagonista.
  • Regia solida di Steven Soderbergh.
  • Sceneggiatura ben scritta che racconta una storia vera e commovente.
  • Messaggio di tenacia, giustizia e speranza.
  • Colonna sonora suggestiva.

Punti deboli:

  • Un po’ semplicistico e melodrammatico in alcuni punti.
  • Si concentra troppo sulla figura di Erin Brockovich a discapito di altri personaggi e temi.

Nel complesso, Erin Brockovich è un film da non perdere. È un’opera cinematografica importante che offre una storia vera e commovente che ti lascerà con il fiato sospeso e con il cuore pieno di speranza.

Consiglio questo film a chiunque:

  • Apprezzi i film basati su storie vere.
  • Sia alla ricerca di un film commovente e ispiratore.
  • Ammiri le storie di persone comuni che fanno la differenza.
  • Voglia vedere un’interpretazione eccezionale di Julia Roberts.

Voto: 4/5 stelle

 

 

GIANPAOLO SANTORO

 

P.S. Dove vederlo legalmente in streaming? Il film è facilmente accessibile in streaming legale completo in italiano tramite diverse piattaforme, tra cui Amazon Prime Video, NOW, Chili, TIMVISION, Rakuten TV, Sky on Demand, Google Play, Microsoft Store, iTunes e PlayStation Store. Ogni piattaforma offre opzioni diverse, tra cui abbonamento, noleggio o acquisto, con prezzi variabili per le versioni SD, HD e 4K. Inoltre, è possibile scegliere tra audio e sottotitoli in italiano (ITA) e inglese (ENG) per una migliore esperienza di visione.

Iscriviti al canale YouTube

Altri articoli della stessa categoria:

LE TUE PRATICHE dove vuoi quando puoi

Cerca