Cerca

BUONA PASQUA!

Condividi questo articolo:

Marco 16, 1-7

Passato il sabato, Maria di Màgdala, Maria madre di Giacomo e Salòme comprarono oli aromatici per andare a ungerlo.

Di buon mattino, il primo giorno della settimana, vennero al sepolcro al levare del sole.

Dicevano tra loro:

Chi ci farà rotolare via la pietra dall’ingresso del sepolcro?

Alzando lo sguardo, osservarono che la pietra era già stata fatta rotolare, benché fosse molto grande.

Entrate nel sepolcro, videro un giovane, seduto sulla destra, vestito d’una veste bianca, ed ebbero paura.

Ma egli disse loro:

Non abbiate paura! Voi cercate Gesù Nazareno, il crocifisso, è risorto, non è qui.

Ecco il luogo dove l’avevano posto. Ma andate, dite ai suoi discepoli e a Pietro:

Egli vi precede in Galilea.  Là lo vedrete, come vi ha detto.

Passato il sabato, l’umana speranza si era oramai dissolta, le gote erano ancora rigate di lacrime, la sola urgenza era rappresentata dalla cura di un corpo esanime, stravolto dalla crudeltà a cui era stato sottoposto, custodito in un sepolcro ben chiuso da una pesante pietra.

Ma quell’umana speranza, da poco passato il sabato, comincia a riprendere vigore.

C’è qualcosa che non torna: non c’è la pietra a chiudere il sepolcro e, soprattutto, non c’è il corpo di Gesù.

E da quella pietra rotolata, da quel sepolcro vuoto si diffonde l’annuncio, corre lungo il corso del tempo e della storia, di ogni storia, ed arriva fino a noi, fino alla Pasqua di Resurrezione di oggi.

Perché quando il cuore è chiuso da una pesante pietra, quando prevale il senso di abbandono, di solitudine, di disillusione e di disperazione, proprio in quel momento, nel silenzio, risuona la voce del giovane:

Non abbiate paura! Voi cercate Gesù Nazareno, il crocifisso, è risorto

L’annuncio più grande di Pasqua è proprio questo: davanti alla Resurrezione del Signore, davanti al compimento del Suo dono d’amore, davanti all’Amore non c’è sepolcro che rimanga chiuso, non c’è macigno che non rotoli via, non c’è morte che tenga.

Auguri di buona Pasqua di Resurrezione.

Iscriviti al canale YouTube

Altri articoli della stessa categoria:

Fine degli Articoli relativi a questa Categoria

LE TUE PRATICHE dove vuoi quando puoi

Cerca